Quota di Sbocco – Altezza del Torrino di canne fumarie a pellet-legna – PARTE1

Una vecchia regola utilizzata in edilizia indicava che il comignolo doveva essere sempre più alto del colmo dell’abitazione.

Ad oggi, la normativa di riferimento per la biomassa UNI 10683, specifica in modo preciso l’altezza della quota di sbocco (l’altezza del comignolo), in relazione alla pendenza del tetto o di altri fattori che possono pregiudicare il corretto tiraggio della canna fumaria.

In questo articolo trattiamo la quota di sbocco più semplice, ossia di un torrino terminale, installato su tetto con pendenza superiore a 10° in assenza di ostacoli adiacenti o di porte, finestre, lucernari o abbaini.

 

Quota di sbocco (altezza del torrino) su tetto con inclinazione superiore a 10° in assenza di ostacoli o aperture:

Il questo caso d’installazione la normativa prevede due casistiche:

  • Se la canna fumaria si trova in prossimità del colmo (punto più alto dell’abitazione) è sufficiente superare di almeno 50cm il colmo da punto più basso del comignolo (vedi figura 1)
    Figura 1 - Quota di sbocco in prossibimità del colmo

    Figura 1 – Quota di sbocco in prossibimità del colmo

     

  • Se la canna fumaria si trova distante dal punto più alto dell’abitazione non è necessario superare di almeno 50cm il colmo!

In questo caso è sufficiente realizzare una quota di sbocco di 130cm misurati a 90° rispetto alla superficie del tetto ( vedi figura 2 e 3)

Figura 2 -Quota di sbocco

Figura 2 -Quota di sbocco

Figura 3 -Quota di sbocco

Figura 3 -Quota di sbocco

 

1 comment for “Quota di Sbocco – Altezza del Torrino di canne fumarie a pellet-legna – PARTE1

Comments are closed.